Regione Veneto

ESECUZIONE TAMPONI RICERCA SARS-COV-2 NEL PERSONALE DI ASSISTENZA DOMICILIARE DI ANZIANI E DISABILI DI RITORNO DALL'ESTERO.

Pubblicata il 08/07/2020

Come da indicazioni Regionali per tutte le persone che svolgono attività di assistenza ad anziani e disabili rientrati dall'estero negli ultimi 14 giorni è prevista l'esecuzione del tampone rinofaringeo.
 
Il tampone può essere richiesto direttamente dal medico di famiglia con ricetta DEMA e codice di esenzione 5G1, dando indicazioni di astenersi dall'attività di assistenza/badante fino ad esito negativo del test.
 
Il personale addetto all'assistenza, così come tutte le persone rientrate dall'estero, ad esclusione dai Paesi della UE, quelli del patto Schengen e da alcuni altri (si veda il DPCM 11 giugno 2020 e Decreto Ministero Salute 3 Luglio 2020, riassunti nella nota allegata del Dipartimento di Prevenzione U.O.C. Servizio Igiene e sanità Pubblica) hanno l'obbligo di segnalare il rientro al Dipartimento di Prevenzione e l’obbligo della permanenza domiciliare fiduciaria (quarantena) per 14 giorni. Al termine della quarantena, non è prevista l’esecuzione del tampone.
 
I riferimenti per comunicare il rientro dall’estero al Dipartimento di Prevenzione sono:
• tel. 0422.323888, attivo dal lunedì al sabato, dalle 8.00 alle 16.00;
• mail: coronavirus.sisp@aulss2.veneto.it 
 

Allegati

Nome Dimensione
Allegato procedura rientri dall'estero.pdf 87.9 KB

torna all'inizio del contenuto